car sharing

Muoversi a Roma con il car sharing

In ottica di spostamenti a basso costo sta spopolando in Italia quanto a Roma, una innovativa procedura: il car sharing, traducibile come “condivisione della macchina”.

Spiegato in maniera semplice, l’utilizzatore prenota un’automobile, la preleva da dove si trova, la utilizza il tempo necessario, la parcheggia una volta giunto a destinazione e lascia a disposizione degli altri utenti. Dal suo credito, aperto con l’agenzia fornitrice del servizio, viene scalata una certa somma rapportata al tempo di utilizzo.

Si tratta chiaramente di un esempio di mobilità sostenibile, con un beneficio sia per l’ambiente con la riduzione del numero di vetture in circolazione e dei relativi gas di scarico e sia per le tasche dell’utente, svincolato dai costi di assicurazione, bollo e interventi tecnici di manutenzione ordinaria e straordinaria della vettura.

Possiamo considerare il car sharing come una sorta di autonoleggio, il cui utilizzo è limitato a un determinato periodo temporale o ad un certo numero di chilometri effettivamente percorsi. Attenzione a non confonderlo con un’altra innovazione nel campo della mobilità, ossia il carpooling. In questo secondo ambito, la stessa vettura viene utilizzata da più persone che si dividono tutte le spese del tragitto come benzina, caselli autostradali ed eventuali imprevisti. Tanto per capirci, l’esempio più famoso di carpooling è Bla Bla Car.

A Roma sono attive quattro società di car sharing, ognuna con le sue peculiarità e con un parco macchine diverso. La città non è ancora completamente coperta dai servizi di car sharing, in quanto alcune di queste piattaforme non permettono che la vettura sia parcheggiata in alcune zone di Roma, soprattutto nei quartieri a sud-est. Per tutti gli altri rioni e soprattutto al centro non c’è alcun problema, anzi sono moltissime le vetture a servizio di cittadini e di turisti che possono muoversi nella capitale in maniera agevole e veloce. Vediamo allora quali sono queste società di car sharing attive a Roma.

Car Sharing Roma

Il servizio di carsharing comunale mette a disposizione 160 macchine e 110 appositi parcheggi. Sono previste diverse forme di adesione. Abbiamo un abbonamento di prova dal costo di 40 € che dura 30 giorni e viene rinnovato automaticamente se non lo si disdice entro 30 giorni dalla scadenza C’è poi l‘abbonamento annuale, con un costo di 120 €, ma sono previste delle convenzioni con aziende e partner. Ci sono anche delle tariffe a noleggio, con un costo orario di 2,50 € dalle 7:00 di mattina alle 22:00 di sera e di 1,40 € per il weekend, festivi e fascia notturna.

Enjoy

Si tratta di una servizio creato da una collaborazione tra Eni, Trenitalia, Fiat e Piaggio. Enjoy mette a disposizione dei romani 600 vetture Fiat 500 e 300 motorini a tre ruote Piaggio Mp3.

Il costo delle vetture è di 25 centesimi al minuto, mentre lo scooter costa 0,03 € al minuto. È possibile utilizzare la macchina anche per un periodo più lungo, ad esempio 24 ore con una tariffa forfettaria di 50 €. Con quest’ultima soluzione vengono prepagati 50 km, superato tale limite si rientra nella tariffa tradizionale.

L’iscrizione si può fare online, allegando patente, carta d’identità, codice fiscale e una carta di credito per i successivi pagamenti.

Car2go

Car2go è una piattaforma di proprietà dell’azienda tedesca Daimler, attiva anche in altre città italiane come Firenze, Torino, Milano, nonché in altre capitali europee.

Daimler mette a disposizione dei romani 600 vetture Smart, facilmente parcheggiabili nel caotico traffico capitolino. L’iscrizione costa 9 €, ma immediatamente si riceve un credito di 15 € da utilizzare entro 30 giorni dall’iscrizione. La Smart costa 0,29 € al minuto, 14,90 € all’ora e 59 € per l’intera giornata.

Share’nGo

Questa piattaforma è leggermente diversa dalle altre, in quanto fornisce delle automobili elettriche che devono essere parcheggiate necessariamente nelle apposite piazzole di ricarica. Le macchine sono quadricicli di produzione cinese, molto pratiche da guidare e perfettamente adatte alla mobilità romana.

La registrazione costa 10 €, ma si riceve un bonus di mezz’ora di noleggio gratuito. Le tariffe sono di 28 centesimi al minuto, mentre se si lascia la vettura parcheggiata nella piazzola di ricarica, senza fermare il noleggio con l’apposita applicazione, si pagano 10 centesimi al minuto.

Articolo in collaborazione con Consigli Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *